CHI HA DIRITTO ALLA MISURA B1 PREVISTA DA REGIONE LOMBARDIA


Hanno diritto alla misura B1 (Buono economico e voucher) le persone al domicilio in condizione di disabilità gravissima, purchè residenti in ATS della città Metropolitana di Milano, in base ai criteri qui stabiliti:
• di qualsiasi età;
• beneficiarie dell’indennità di accompagnamento ai sensi della legge 18/1980 oppure definite non autosufficienti ai sensi dell’all 3 del DPCM 159/2013;
• per le quali sia verificata almeno una delle seguenti condizioni:
a) persone in condizione di coma, Stato Vegetativo SV), oppure in Stato di Minima Coscienza (SMC) e con punteggio della scala Glasgow Coma Scale  (GCS)<=10;
b) persone dipendenti da ventilazione meccanica assistita o non invasiva continuativa (24/7);
c) persone con grave o gravissimo stato di demenza con un punteggio sulla scala Clinical Dementia Scale (CDRS)>=4;
d) persone con lesioni spinali fra C0/C5, di qualsiasi natura, con livello della lesione, identificata dal livello sulla scala ASIA Impairment Scale (AIS) di grado A o B. Nel caso di lesioni con esiti asimmetrici ambedue le lateralità devono essere valutate con lesione di grado A o B;
e) persone con gravissima compromissione motoria da patologia neurologica o muscolare con bilancio muscolare complessivo ≤ 1 ai 4 arti alla scala Medical Research Council (MRC), o con punteggio alla Expanded Disability Status Scale (EDSS) ≥ 9, o in stadio 5 di Hoehn e Yahr mod;
f) persone con deprivazione sensoriale complessa intesa come compresenza di minorazione visiva totale o con residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con eventuale correzione o con residuo perimetrico binoculare inferiore al 10 per cento e ipoacusia, a prescindere dall’epoca di insorgenza, pari o superiore a 90 decibel HTL di media fra le frequenze 500, 1000, 2000 hertz nell’orecchio migliore;
g) persone con gravissima disabilità comportamentale dello spettro autistico ascritta al livello 3 della classificazione del DSM-5;
h) persone con diagnosi di Ritardo Mentale Grave o Profondo secondo classificazione DSM-5, con QI<=34 e con punteggio sulla scala Level of Activity in Profound/Severe Mental Retardation (LAPMER) <= 8;
i) ogni altra persona in condizione di dipendenza vitale che necessiti di assistenza continuativa e monitoraggio nelle 24 ore, sette giorni su sette, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psicofisiche.

Per persone in dipendenza vitale si intendono persone che hanno compromissioni in almeno 1 dei seguenti domini:
A) MOTRICITÀ
• dipendenza totale in tutte le attività della vita quotidiana (ADL): l’attività è svolta completamente da un’altra persona
B) STATO DI COSCIENZA
• compromissione severa: raramente/mai prende decisioni
• persona non cosciente

e in almeno 1 dei seguenti altri domini:
A) RESPIRAZIONE
• Necessità di aspirazione quotidiana,
• Presenza di tracheostomia
• Presenza di Ventilazione assistita (invasiva o non invasiva) meno di 24 ore al giorno  e per 7 giorni alla settimana
B) NUTRIZIONE
• Necessita di modifiche dietetiche per deglutire sia solidi che liquidi
• Combinata orale e enterale/parenterale,
• Solo tramite sondino naso-gastrico (SNG)
• Solo tramite gastrostomia (es.PEG)
• Solo parenterale (attraverso catetere venoso centrale CVC).

Sono persone in condizione di dipendenza vitale anche le persone compromesse in un solo dominio:
• RESPIRAZIONE: ventilazione assistita (invasiva o non invasiva) valore inferiore a 24h/7 giorni
• NUTRIZIONE: alimentazione parenterale attraverso catetere venoso centrale

Costituisce parte rilevante e sostanziale della valutazione l’esplicitazione degli elementi relativi a:
1. ASSISTENZA CONTINUATIVA: continuità dell’assistenza resa da famigliari e/o assistente personale (se la persona fosse lasciata sola sarebbe esposta a pericoli sostanziali di vita)
2. MONITORAGGIO NELLE 24 ORE: monitoraggio delle condizioni di salute (parametri vitali) della persona e/o delle apparecchiature nell’arco delle 24 ore da parte di:
- operatori sanitari dei servizi pubblico o privato accreditato: MMG/PLS, operatore ADI;
- caregiver familiare/assistente personale, debitamente addestrati e supervisionati almeno settimanalmente da personale sanitario.
 
Destinatari della Misura integrativa regionale
Persone valutate appropriate per la misura B1, in presenza di :
• figlio minore o con età inferiore ai 25 anni e studente,
• ISEE familiare ≤ 50.000 €
• contratto in essere di assunzione, diretta o tramite Ente Gestore, del personale di assistenza.

Le equipe di valutazione multidimensionale delle ASST verificano il possesso dei requisiti e delle condizioni di compatibilità o incompatibilità formulando il progetto individuale di assistenza.
Gli esiti delle valutazioni, i Progetti Individuali ed i valori ISEE delle persone ammesse alla Misura B1 vengono trasmessi alla ATS che provvede alla stesura di una graduatoria secondo le priorità di accesso fissate dalla DGR n. 7856/2018.
L’ATS definisce una graduatoria aggiornata mensilmente sulla base dell’ISEE ordinario, in corso di validità, a partire dai valori più bassi.

Il possesso dei requisiti non implica quindi l'automatico riconoscimento dei benefici.