Pronto Soccorso
 
 
Sede
1° Padiglione - Piano terra
Responsabile
Dott.ssa Marina Bozzoni
Coordinatore Infermieristico
Enrica Tellerini tel.  02-5799.9236
Recapiti
Tel. Servizio     02-5799.9231
Tel. Segreteria  02-5799.9516
Fax   02-5799.9538
Email: marina.bozzoni@asst-nordmilano.it
         enrica.tellerini@asst-nordmilano.it
Principali aree di intervento
Il Pronto Soccorso garantisce l'assistenza medica urgente 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno. Gli utenti possono giungere in PS trasportati dal 118 - inviati dal medico curante, dallo specialista ambulatoriale, dal Servizio di Continuità assistenziale - accompagnati dalla Forze dell'Ordine - con accesso diretto.

Quando vi presentate in Pronto Soccorso sarete accolti da un infermiere esperto in triage (selezione) che provvederà ad identificarvi chiedendovi un documento o la tessera sanitaria, valuterà i vostri sintomi, misurerà i parametri vitali (pressione arteriosa, frequenza cardiaca, ecc.) e vi assegnerà un Codice di Priorità.
Il numero di pazienti che si presentano in Pronto Soccorso è imprevedibile, può variare da un giorno con l'altro e durante le ore del giorno. I pazienti non sono visitati solo in base all'ordine di arrivo, ma al Codice di Priorità.

Durante l'attesa l'infermiere di triage vi rivaluterà, e confermerà o modificherà il vostro Codice di Priorità.
Nel 2017 il Pronto Soccorso ha assistito più di 33.000 pazienti,  il 9,5% è stato ricoverato. Il 27% degli accessi è rappresentato da bambini. Il 13% da utenti ostetrico-ginecologiche.

Staff
Medici: I medici che operano in Pronto Soccorso provengono, a rotazione, dalle Unità Operative di Medicina e Chirurgia generale.
I bambini, fino all'età di anni 15, vengono visitati dal pediatra di guardia. Le donne in gravidanza vengono visitate dal ginecologo di guardia.

I medici consulenti provengono dalle Unità Operative di Cardiologia, Anestesia- Rianimazione, Psichiatria.
Non sono disponibili altri consulenti, se avete bisogno di una visita specialistica urgente, il medico di guardia, dopo la visita, predispone il trasferimento in altri ospedali.
OAltrei informazioni
Il medico e l'infermiere che vi hanno preso in cura, vi informeranno sulle vostre condizioni di salute dopo la visita medica, al giungere degli esiti di eventuali esami richiesti e alla dimissione dal Pronto Soccorso.
Se siete stranieri e non comprendete la lingua italiana, l'infermiere vi metterà in contatto con il servizio di interpretariato telefonico.

A causa del frequente affollamento del Pronto Soccorso, l'ingresso di parenti e accompagnatori è gestito dall'infermiere di triage. Il paziente fragile può avere accanto un accompagnatore durante l'attesa.  I minori possono essere accompagnati da entrambi i genitori.
Il Pronto Soccorso dispone di una sala antishock, dove vengono gestiti i pazienti in codice rosso e giallo, sale  visita per i pazienti con malattie internistiche, chirurgiche, pediatriche e ginecologiche, una sala per l'osservazione temporanea, una sala d'attesa dedicata ai bambini.
Dispone, inoltre, di due aree di isolamento per i pazienti con malattie contagiose, una dedicata ai bambini e una dedicata agli adulti.

L'assistenza di Pronto Soccorso è garantita a tutti.
Il Medico assegna il codice di dimissione secondo delibera regionale 3379 del 2012. Gli utenti che abbandonano prima della conclusione sono dimessi con codice bianco. Il codice bianco è soggetto al pagamento ticket presso gli sportelli CUP oppure con bonifico bancario o con modalità on-line, fatto salvo le esenzioni in vigore.
Non sono soggetti al pagamento gli utenti che abbandonano prima della visita.

Se il motivo per cui vi presentate in Pronto Soccorso rientra in alcune particolari categorie come dolore toracico, trauma cranico, aritmie cardiache, ecc., che richiedono un tempo di osservazione maggiore rispetto alla degenza media in Pronto Soccorso (circa 4-6 ore),  il medico di guardia vi proporrà l'osservazione temporanea. In questo caso resterete in Pronto Soccorso proseguendo gli accertamenti e le terapie. Tenete presente che il medico di guardia, a differenza del medico di famiglia, nella maggior parte dei casi vi visita per la prima volta, non conosce la vostra storia clinica e si deve basare su quello che voi gli riferite.  L'osservazione breve permette di evitare, da una parte dimissioni inappropriate dal Pronto Soccorso e, dall'altra, ricoveri inutili.
Progetti
  • Attività di Tutor per studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia e della Facoltà di Scienze Infermieristiche dell'Università Bicocca di Milano.
  • Progetto "Accoglienza in Pronto Soccorso delle donne vittime di violenza" attivazione di una rete territoriale per l'accoglienza e protezione delle donne maltrattate.
  • Collaborazione con il privato sociale per l'accoglienza di persone fragili e vulnerabili.
 
 Linee Guida
  • Identificazione e gestione precoce del paziente con sepsi
  • Piano di emergenza per massiccio afflusso di feriti
  • Interventi di sanità pubblica finalizzati alla prevenzione delle morsicature di animali
  • IRC, ERC, AHA, SIMEU, SIMEUP
 
Links

118-milano
ATS.milano
Centro antiveleni
Emergenza urgenza